Go to content

Yokoyama Sensei become Honorary Member of ACKTI & WTKF

Karate and Culture

I Maestri Masashi YOKOYAMA  ed Antonio Corrias,
presidente della WTKF World Traditional Karate Federation
(consegna al M° Yokoyama il titolo di Membro Onorario)
Il M° Yokoyama è membro dello Shihankai e della Commissione Culturale della WTKF

Masashi Yokoyama Soke è fondatore e presidente della:
- International Martial Arts & Culture Federation
- Armored Samurai Battle Association


è inoltre uno dei maggiori critici d’arte giapponesi (nr. 17 del registro ufficiale del governo giapponese), da qui il grande interesse anche per le nostre opere d’arte e per la cultura italiana in genere.


i due Maestri in occasione di un precedente seminario del 2010

Il Maestro Masashi YOKOYAMA creatore del KOROHO proviene da una famiglia di esperti in arti marziali.
Da giovane inizia l'apprendimento di una antica arte marziale giapponese della scuola MONDO insegnata nella regione di Banshu.
Quest’arte marziale tradizionale, consistente nello studio del combattimento corpo a corpo, fu insegnata in origine ai samurai di classe inferiore, all’epoca della guerra civile, per la sua estrema efficacia in battaglia.
Il Maestro Masashi YOKOYAMA, e' inoltre esperto di Karate, Kempo cinese e Kendo.



MONDO-RYU HEIHO

Mondo-ryu Heiho 門同流 兵法 è il sistema di bujutsu familiare del maestro Masashi Yokoyama Sensei. Originariamente il Mondo-ryu era insegnato al contingente dei samurai d'avanguardia durante l'era della guerra civile del XVI sec. (secondo le ricerche condotte sui documenti in possesso dall'attuale Soke non esistono tracce dello stile prima di tale periodo). Intorno al 1630, l'antenato del maestro, Heihachiro Yokoyama cominciò a codificare lo stile divenendo lo Shodai Soke (1° caposcuola); egli era il figlio di un samurai chiamato Mondo che servì come membro del clan Shimazu e che insegnò a Heihachiro tutte le discipline samurai.
Il samurai Mondo combatté la battaglia di Sekigahara affiancando le truppe di Toyotomi Hideyoshi e, quando questi venne sconfitto, Mondo insieme ad un piccolo contingente di samurai fuggì trovando nascondiglio a Tatsuno presso la famiglia Yokoyama (le cui tracce più lontane risalgono al XII sec.). Successivamente sposò una donna della famiglia Yokoyama e si pose a capo di un distretto della Regione del Banshu.




Nel XVII sec. la famiglia Yokoyama si divise tra il ramo principale rimasto a Tatsuno e gli altri rami paralleli installati a Izushi, Meiki e Takino. Durante tutto il periodo Edo, a capo dei rami di Tatsuno e Izushi vi era un Daimyo che veniva chiamato Gohshi e che possedeva due castelli nei medesimi distretti. Il suo clan era famoso per le sue formidabili tecniche da battaglia, così creò una hatamoto, ossia una forza armata d'élite agli ordini diretti dello Shogun Tokugawa, inoltre venne incaricato di organizzare un sakitegumi, un gruppo armato per la protezione personale dello Shogun e per missioni speciali come repressione di reati, condurre arresti, atti di tortura, etc.. Il gruppo sakitegumi Yokoyama era molto temuto, erano tutti vestiti di nero e soprannominati 黒の足袋 (kuro no tabi: tabi nero).



Nel 1701, Naganori Asano, chiamato Takumi no Kami Asano (capo falegname della corte imperiale, titolo onorifico del periodo Edo), visse nel castello di Ako dove era Daimyo. Aveva creato molte preoccupazioni politiche a Edo, così lo Shogun Tokugawa ordinò al Daimyo Wakisaka di Tatsuno di occupare il castello di Ako, il Daimyo Wakisaka compì l'azione militare servendosi del contingente sakitegumi Yokoyama unendolo alle proprie truppe.
Intorno al 1800, il ramo di Tatsuno venne sconfitto e sciolto, così il capo del ramo parallelo del castello di Izushi divenne il nuovo Soke, il quale, nel 1864, venne incaricato dallo Shogun Tokugawa Yoshinobu di andare sul Monte Ikuno per arrestare i sostenitori del futuro imperatore Mutsuhito (Kinno no Shishi), anche in questa occasione il contingente sakitegumi Yokoyama venne utilizzato per portare a termine la missione.
Sotto l'era Meiji, dopo le dimissioni dello Shogun offerte all'Imperatore nel 1867 e perdite significative nel clan Yokoyama, il ramo di Izushi si divise in due nuovi rami, il primo nella città di Kobe e il secondo a Takino.
Nel XX sec. la maggior parte dei membri della famiglia Yokoyama morì durante la seconda guerra mondiale.


_ _
Il Mondo-ryu Heiho si è evoluto ed è stato insegnato all'interno della famiglia Yokoyama per generazioni, solo ora Masashi Yokoyama, che è il 15° Soke per derivazione ereditaria, ha deciso di aprirlo al pubblico.
MASASHI YOKOYAMA (06/02/1954) iniziò ad apprendere il bujutsu di famiglia in giovane età studiando sotto lo zio, gli è stato insegnato il Mondo-ryu Heiho che consiste nello studio di antiche discipline come jujutsu, tojutsu, yarijutsu, sojutsu, ecc..
Yokoyama Sensei ha anche praticato lo Shitoryu karate e le arti marziali cinesi.  Egli è stato guardia del corpo del Ministro del Commercio giapponese, e durante una visita a Taiwan ha sventato un attentato con arma da fuoco corta ai danni del Ministro giapponese; in tale frangente, nonostante Yokoyama Sensei fosse stato ferito dall’ attentatore ad una gamba, è riuscito a neutralizzare l’attentatore e porre in salvo il Ministro. Usando le sue esperienze d'addestramento e di vita reale, ha sviluppato il proprio sistema di difesa personale, un connubio tra efficienza e semplicità, che ha chiamato Koroho (trademark); questa parola può essere tradotta come "continuare ad andare avanti con un'anima pura". Lo scopo del Koroho è sfruttare l’istinto e la capacità naturale di chi pratica, utilizzando tecniche semplici mutuate dal bujutsu che permettono di reagire rapidamente ad un’aggressione. Il metodo è adatto sia alla difesa personale civile che alla difesa personale e al disarmo per le forze di polizia, ognuno con i propri adattamenti strategici. Il Koroho è arrivato rapidamente all'attenzione delle forze di polizia in molti paesi esteri, molte delle quali hanno chiesto a Yokoyama Sensei di tenere seminari formativi, così il Sensei ha visitato molti paesi stranieri (Asia sud-orientale, Cina, Russia, Brasile, Italia, etc.) per la promozione e lo scambio tecnico.

Yokoyama Sensei insegna:
- Mondo-ryu Heiho (antico jujutsu e tecniche armate samurai)
- Koroho (metodo moderno di difesa personale e disarmo).



KOROHO:

Questo termine giapponese che tradotto significa “Continuare a elaborare con un animo corretto” riassume l'intento del Maestro YOKOYAMA di ciò che è requisito essenziale nella pratica di tutti i giorni, ovvero la ricerca continua.

Il Maestro YOKOYAMA e' stato guardia del corpo del Ministro del Commercio giapponese. Durante una visita a Taiwan, anni fa, ha sventato un attentato con arma da fuoco corta, nei confronti del Ministro giapponese; in tale frangente, nonostante Yokoyama fosse stato ferito dall’attentatore ad una gamba con un colpo di pistola è riuscito a neutralizzare l’attentatore e porre in salvo il Ministro.

Questo lo ha reso noto ed apprezzato in Giappone per il suo sistema particolarmente efficace di difesa: il KOROHO.

La particolarità del KOROHO è di sfruttare l’istinto e la capacità naturale di chi pratica, attraverso l’acquisizione di tecniche semplici che permettono di reagire di fronte ad un’aggressione. Chi pratica deve dunque arrivare, con l’addestramento, a contrapporre istintivamente un'adeguata reazione.





WHAT IS KOROHO

Super Self-defense KOROHO is simple and easy to learn.

Super self-defense KOROHO has been well publicized in televisions, newspapers, andmagazines.

We have held many seminars in Japan and foreign countries. KOROHO has been studied and used by the French National Special Police (Gendarmerie) in south France and Krav Mage (Self-defense) instructors in Italy.There is also a KOROHO Federation in Europe.

KOROHO is practical, simple and easy to learn, so students include not only policemen, military men, bodyguards and martial artists, but also the general public.

In today's life, most of criminals use some type of weapon(knife, gun, stick, etc).

Most of today's martial arts set the sport as the main goal.

Even if you practice martial arts for many years, it is very difficult to protect yourself from an assailant's sudden attack with a weapon.

The KOROHO system is easy and quickly learn. KOROHO employs mainly high speed and simple movements to guard against a sudden attack by using basic human instincts and reflexes.

So, even if you do not have strength or a big body, you can defend yourself from an assailant.
Prisident: International Martial Arts & Culture Federation Head, Creator: SuperSelf-defense KOROHO

Master Masashi YOKOYAMA was born to a family of martial arts experts.

At a young age he was taught a very traditionalform of Japanese martial arts which came from the Banshu Region of Japan.

This traditional Japanese martial art, which consists of the study of hand to hand combat, was originally consigned to the inferior class of Samurai during the civil war era. It was valued for its efficiency in battle.

At the same time he practiced Karate, Chinese martial art, and swordsmanship.

His numerous professional placements in South-east Asia, the U.S.A. and in Europe led him to reflect on the efficiency of traditional and competitive martial arts in the fight against modern crime.

Using his experiences in the martial arts, he developed his own style, a marriage between efficiency and simplicity, which he called KOROHO.

This word, which can be translated as "to continue to move forward with a pure soul", shows well the desire of Master YOKOYAMA to improve martial art techniques by adapting them to reality.

This contemporary method of self-defense quickly came to the attention of the police forces in many different countries, many of whom asked Master YOKOYAMA to come and teach seminars in his style to their elite forces.

Particular to the KOROHO style is the exploitation of the practitioner's instinct and natural capacity through the acquisition of simple techniques, allowing him to react in the face of aggression.

The student of KOROHO must learn to evade an attack without regard as to where he is attacked.





Back to content